Gary Marx, corrispondente americano del quotidiano ‘Chicago Tribune’ e César Gonzáles-Calero, corrispondente spagnolo del giornale messicano ‘El Universal’, hanno visto ritirare il loro accredito e dovranno lasciare l’isola. Inoltre, il corrispondente della BBC,  Stephen Gibbs, ha visto rifiutarsi il visto di entrata. Corrispondente a Cuba dal 2002, Gary Marx ha visto ritirare il suo accredito con la motivazione che i suoi articoli sono stati giudicati «troppo negativi». Le autorità gli hanno fatto sapere che da troppo tempo dimorava sull’isola e gli hanno concesso 90 giorni prima di dover lasciare Cuba con la sua famiglia. Marx era uno dei pochi corrispondenti americani a vivere a L’Avana. Gonzáles-Calero, che viveva a Cuba dall’aprile 2003, ha visto ritirare l’accredito con la motivazione che il suo modo di analizzare la situazione cubana non era più gradita dal governo.
(Fonte: Reporters sans frontières)